Tumore Renale (Parenchimale)

Patologie Urologiche

Postato da dott. Emanuele Scarponi

Il tumore del parechima renale rappresenta circa il 3% di tutte le neoplasie, con una maggiore incidenza nei paesi industrializzati. Ne esistono diversi tipi, ognuno con specifiche caratteristiche istopatologiche e genetiche. Quella più comunemente riscontrata è la variante a cellule chiare o cellule renali (CCR). Tra le cause del tumore renale troviamo alcuni potenziali fattori di rischio in grado di favorirne l’insorgenza.

  • Fumo di sigaretta: il numero di sigarette fumate ogni giorno e il numero di anni di esposizione sono direttamente proporzionali all'aumento del rischio di questa malattia.
  • Esposizione cronica ad alcuni metalli e sostanze particolari: sono sospettati di possedere un'azione cancerogena l'asbesto e il cadmio, la fenacetina e il torotrasto.
  • Familiarità
  • Obesità
  • Ipertensione arteriosa

Nel CCR le cellule maligne si sviluppano a partire dal rivestimento dei tubuli renali e proliferano in maniera incontrollata in modo da formare una massa tumorale.
Anche se è possibile la formazione simultanea di più tumori nell’ ambito di uno o entrambi i reni, nella maggior parte dei casi si sviluppa un singolo tumore.

La diagnosi precoce del tumore del rene è molto importante. Come per la maggior parte dei tumori, prima il tumore viene scoperto, migliore sarà la probabilità di sopravvivenza per il  paziente. La maggior parte delle volte la diagnosi è incidentale anche perchè nelle forme iniziali il tumore renale è completamente asintomatico. Nelle forma più avanzate, macroematuria, dolore tipo colica renale, sono i sintomi più evidenti.

Le opzioni di trattamento consistono  nelle seguenti:

  • Chirurgia per lo più laparoscopica, che viene sempre eseguita anche in presenza di metastasi
  • Chemioterapia (usa farmaci per distruggere le cellule tumorali)
  • Radiofrequenza, viene sempre di più utilizzata in particolare in tutti quei soggetti che per motivi anestesiologici (età, comorbilità) non può essere eseguita una chirurgia
  • Immunoterapia (usa prodotti sintetici del sistema immunitario per distruggere le cellule tumorali)

Per quanto riguarda il trattamento chirurgico ove possibile si cerca di mantenere un approccio conservativo, cercando di asportare solamente la neoformazione (enucleoresezione). A volte per la grandezza del tumore (tumore molto grande) o quando il tumore si trova troppo internamente al parenchima renale, si può rendere necessario asportare tutto quanto il rene (Nefrectomia).

Condividi